segni del tempo

Le città invisibili

La struttura poliedrica delle Città invisibili, progettata da Italo Calvino in modo che il lettore possa scegliere la propria sequenza di lettura, di trovare inizi e conclusioni “scritte lungo tutti i suoi spigoli” mi fa pensare proprio a un blog, consultabile per categorie, parole chiave, o a spizzico.
L’opera mi ha aiutato ad affinare il mio sguardo sulle città, quello che segue è un modesto tributo, un ringraziamento.

Le città e gli scambi 4

Citta_invisibili

A Ersilia, per stabilire i rapporti che reggono la vita della città, gli abitanti tendono dei fili tra gli spigoli delle case, bianchi o neri o grigi o bianco-e-neri a seconda se segnano relazioni di parentela, scambio, autorità, rappresentanza.

Italo Calvino – Le città invisibili